Cerca

Approvata la revisione della Legge Federale sulla Caccia – novità di rilievo



In questi giorni si è concluso il lungo e vivace dibattito presso le Camere federali, durato oltre un anno, sulla revisione della Legge Federale della Caccia. La novità di rilievo riguarda la modifica della possibilità di abbattimento di lupi e orsi, nell’ottica di prevenire pericoli e danni a greggi e popolazione. Le nuove norme prevedono, in determinati periodi dell’anno, la possibilità di regolare gli effettivi di singoli individui di lupi ritenuti potenzialmente pericolosi, comprese le bandite di caccia federali, tenendo conto, inoltre, anche del mantenimento di effettivi adeguati di selvaggina a livello regionale come proposto da un emendamento del Presidente della FCTI Fabio Regazzi, accolto dalle Camere federali. In futuro la competenza decisionale spetterà ai Cantoni, mentre la Confederazione avrà un ruolo consultivo. I singoli animali che costituiscono una minaccia dovranno invece poter essere abbattuti in qualsiasi momento.

L‘allargamento di queste misure a castori, linci e airone cinerino è stato bocciato invece di misura dalle Camere federali. Bocciata pure, nell’ambito della revisione, la proposta del Consiglio Federale di armonizzazione nazionale degli esami cantonali necessari per staccare la patente di caccia.

Contro queste nuove norme è già stato annunciato un referendum da parte delle Associazioni ambientaliste (Pro Natura, WWF e Birdlife), sostenuto da Verdi e dal Partito Socialista.

La FCTI si ritiene soddisfatta delle decisioni prese dalle Camere nell’ambito di questa revisione ed è pronta, di fronte al referendum preannunciato, a difendere il progetto di legge che viene ritenuto ragionevole ed equilibrato.

0 visualizzazioni