Cerca

Caccia invernale al cinghiale



Da parte del dipartimento del territorio é stato pubblicato nel comunicato stampa del 19.01.2009 l'esito della caccia invernale al cinghiale. Le catture hanno raggiunto il ragguardevole numero di 900 esemplari che sommati ai 530 catturati durante la caccia alta e i 292 catturati nella guadiacampicoltura danno in totale di 1722 capi abbattuti. I cacciatori che hanno staccato la patente per la caccia invernale al cinghiale secondo i dati del DT sono stati circa 1000.

La caccia invernale al cinghiale, aperta dal 3 dicembre all’11 gennaio scorsi, ha fatto registrare il miglior risultato dalla sua introduzione. I circa mille cacciatori che vi hanno partecipato hanno abbattuto 900 esemplari, che sommati ai 530 catturati nel mese di settembre durante la caccia alta, e ai 292 uccisi dalla guardiacampicoltura, portano il prelievo complessivo a 1.722 capi L’ultimo primato risale al 2005 con 1.299 capi. Nel 2007 erano stati abbattuti 1.018 cinghiali. Il Distretto con il maggior numero di catture si è confermato il Luganese (403) seguito dal Locarnese (314), dove è stata aperta per la prima volta la zona delle Terre di Pedemonte. Il risultato da record della caccia invernale è stato favorito dall’ottima collaborazione dei cacciatori e dalle nevicate di inizio dicembre, che hanno radunato i cinghiali a basse quote. I responsabili dell’Ufficio della caccia ricordano che una forte pressione venatoria è indispensabile per contenere questa specie dal potenziale riproduttivo molto elevato all’origine di ingenti danni alle coltivazioni e alle proprietà private. I risultati ottenuti, unitamente a quelli della caccia alta, saranno valutati nel dettaglio dal Gruppo di lavoro ungulati. Il Dipartimento del territorio coglie l’occasione per ringraziare tutti i cacciatori per l’impegno profuso.

9 visualizzazioni