Cerca

Emergenza sanitaria COVID-19



Vista la situazione di emergenza sanitaria legata al diffondersi del Coronavirus (COVID-19) e le relative disposizioni emanate dall'Autorità cantonale e federale, il Comitato centrale FCTI ha adottato una serie di misure e preso delle decisioni che vanno a modificare la normale attività della Federazione, nonché le varie tempistiche e procedure.


Viene pertanto trasmessa la presente informazione.



Referendum sulla nuova legge sulla caccia

La votazione sulla modifica del 27 settembre 2019 della legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (Legge sulla caccia, LPC) è stata rinviata a data da destinarsi. Il Consiglio federale deciderà in linea di massima entro la fine di maggio 2020 se mantenere l’appuntamento alle urne del 27 settembre 2020 e quali oggetti porre in votazione.

La raccolta fondi per una campagna in favore della nuova legge sulla caccia può pertanto continuare.

Il Comitato della FCTI ringrazia tutti coloro che hanno già fornito il loro contributo. Si ritiene tuttavia che si possa ulteriormente contribuire alla raccolta fondi incrementando quanto già raccolto. Viene pertanto nuovamente sollecitata la collaborazione degli affiliati alla FCTI e in generale di tutti coloro che condividono la passione per la caccia affinché abbiano ad attivarsi e ad impegnarsi per la raccolta dei fondi necessari, interpellando i propri associati ed avvicinando tutte le persone fisiche e giuridiche vicine al mondo venatorio.



Pernice bianca – Ricorso al Tribunale Federale

Il ricorso in materia di diritto pubblico inoltrato dalla FCTI al Tribunale Federale di Losanna avverso la modifica del Regolamento cantonale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli e contro le norme conseguentemente modificate adottate il 10 luglio 2019 dal Consiglio di Stato, concernente il divieto di caccia alla pernice bianca, è tutt’ora pendente. Al momento non vi è ancora stata presa alcuna decisione da parte del TF.



Decreto bandite 2015-2020 La durata del Decreto bandite 2015-2020 è stata prorogata di un anno e rimarrà in vigore fino al 31 luglio 2021. Invitiamo le Società a far pervenire alla FCTI, per il tramite dei rispettivi Comitati distrettuali, le eventuali osservazioni e/o proposte entro il 31.12.2020 (gestionevenatoria@cacciafcti.ch). A tempo debito seguiranno informazioni sul prosieguo della procedura.



Assemblea dei Delegati della FCTI

L’Assemblea dei Delegati della FCTI prevista per sabato 9 maggio 2020 presso il Centro Cadro Panoramica (Società organizzatrice: Società Cacciatori Pairolo) è stata, al momento, posticipata a sabato 4 luglio 2020. In considerazione dell’evolversi della situazione COVID-19 una decisione definitiva sarà presa entro la fine del mese di maggio 2020. Ulteriori informazioni seguiranno.

Indirizzi di gestione venatoria Considerato il posticipo dell’AD, e tenuto conto anche del fatto che diverse Società e Distretti non hanno potuto tenere le loro assemblee e che rispettivamente l’AD si terrà successivamente all'adozione da parte del CdS del regolamento per la stagione venatoria 2020/2021, la procedura contemplata dal Regolamento sulle proposte della FCTI non può essere ottemperata. A fronte di questa situazione straordinaria, per quest’anno il Comitato centrale della FCTI ha pertanto deciso di presentare all’UCP le proposte in linea con gli indirizzi di gestione venatoria presentati in occasione della Conferenza dei presidenti del 3 febbraio 2020 a Monte Carasso.



25° FCTI (1995 – 2020)

L’evento previsto dal Comitato FCTI per sottolineare e festeggiare i 25 anni della FCTI, inizialmente pianificato per la fine di settembre 2020, è stato posticipato al 2021 (data da stabilire).


Sessione d’esami 2020

Dopo avere valutato tutte le possibili soluzioni alternative, la Commissione esami, di concerto con il Dipartimento del territorio, l’Ufficio della caccia e della pesca e la FCTI, ha deciso con rammarico di annullare le sessioni d’esame per l’abilitazione venatoria (scritta, orale e tiro) previste per il 2020. Non appena sarà possibile stabilirli, saranno comunicati i programmi per il prosieguo della formazione, nonché le date del prossimo esame. Inoltre, tutte le giornate obbligatorie di formazione, nonché tutte le uscite di osservazione selvaggina, previste nei mesi di marzo e aprile, sono annullate.


Prova periodica della precisione di tiro - PPPT


L’Ufficio della caccia e della pesca ha deciso che il termine per assolvere la PPPT è prorogato sino alla vigilia di caccia alta 2021. Ciò significa che i certificati rilasciati negli anni 2018/2019/2020, avranno validità per le stagioni venatorie 2020/2021 e 2021/2022. Chi invece ad oggi non ha ancora effettuato la prova, dovrà svolgerla, una volta rientrata l’emergenza sanitaria, entro e non oltre la vigilia di caccia alta 2021, ritenuto che la validità del certificato sarà limitata ad un anno.

48° Tiro Cantonale di Caccia - Olivone In considerazione anche delle decisioni prese da parte dell’autorità militare per quanto riguarda l’utilizzo degli stand di tiro sino alla fine del mese di giugno 2020, ed in relazione alla proroga del termine per l’esecuzione della PPPT, il 48° Tiro Cantonale di Caccia previsto per i giorni 19, 20 e 21 giugno 2020 è annullato.

Formazione Direttori di tiro caccia

La formazione del Direttori di tiro caccia prevista per la fine del mese di maggio / inizio giugno 2020 è posticipata a data da stabilire, in considerazione dell’evolversi della situazione.


Interventi habitat 2020


Tutti gli interventi habitat pianificati sono annullati e/o sospesi in attesa di conoscere l’evoluzione delle restrizioni emanate dal Governo per l’emergenza sanitaria. Ulteriori informazioni seguiranno.



Conclusione

La situazione di emergenza legata alla crisi sanitaria scaturita dal Coronavirus sta mettendo a dura prova le nostre istituzioni, la nostra economia e non da ultimo anche la nostra vita sociale. Come tutti, anche la FCTI ne sta ovviamente subendo le conseguenze. Ciò non di meno il Comitato centrale continua a lavorare alacremente per dare risposte e cercare soluzioni ai problemi contingenti con cui siamo confrontati. In un momento così difficile è ancora più importante restare uniti e lottare assieme per superare al meglio questa grave crisi. Per questo motivo chiediamo ai nostri associati comprensione, pazienza e solidarietà, nella speranza che si possa tornare al più presto alla normalità. Vi ringraziamo già sin d’ora per il vostro sostegno e formuliamo a tutti i migliori auguri di buona salute con il motto #andràtuttobene!

0 visualizzazioni