Cerca

Gelato del cacciatore



Abbiamo trovato questa ricetta insubrica sulla rivista Caccia Alpi comasche, che il presidente del locale C.T.G. Armando De Lorenzi ci ha gentilmente messo a disposizione. Il cacciatore valorizza e gusta la selvaggina in tavola ma per completare un pasto prelibato, il famoso "dulcis in fundo" non può mancare. Per queste serate estive proponiamo la ricetta del gelato del cacciatore, adattando quella dello chef Ilario del Ristorante "La Baia" di Cremia, sul lago di Como.


La ricetta originale prevede di raffreddare la massa utilizzando 2 litri di azoto liquido, che dà un effetto suggestivo (formazione di vapore) e può essere preparato al momento, davanti ai commensali.


Per quattro persone prendiamo 5 tuorli d'uovo, 150 grammi di zucchero, 1 stecca di vaniglia, 2 dl latte, 2 dl panna, 1/2 dl abbondante di Jägermeister. Sbattere i tuorli con lo zucchero. Aggiungere il latte e la panna portati a bollore con la vaniglia. Portare tutto a 85° (preferibilmente in bagno maria) mescolando di tanto in tanto. Lasciar raffreddare. Aggiungere lo Jägermeister e mettere nella gelatiera oppure in congelatore rimestando ancora di tanto in tanto.

14 visualizzazioni