Cerca

L'apertura della caccia alta funestata da una tragedia



Il primo giorno di caccia è costato la vita a Ettore Cerboni di Olivone, 52 anni, appassio­nato cacciatore e ottimo conoscitore della Val­le di Campo, dove ha incontrato la morte cadendo lungo i ripidi pendii sopra Pian Prevat, nelle vicinanze del lago Retico, zona che spesso frequentava special­mente nei primi giorni di caccia. Con sé aveva il camoscio catturato alcune ore prima.  Il corpo del cacciatore, purtroppo sen­za vita, è stato rinvenuto in fondo ad un dirupo il mattino seguente. Ettore Cerboni, era membro della Società Cacciatori Bleniesi, lascia nel dolore la moglie e due figlie in età scolastica.

A rendere ancora più triste la sciagura, i commenti  apparsi sulla pagina Facebook dell'associazione Offensiva Animalista, ritenuti offensivi per la dignità dell'essere umano e irrispettosi nei confronti dei congiunti, sui quali si è espresso duramente anche il deputato Stefano Fraschina, pure cacciatore in Valle di Blenio e conoscente della vittima. La FCTI non intende commentare simili bassezze e invita i cacciatori a non reagire a tali provocazioni. Ai Familiari rivolgiamo le più sentite condoglianze .

0 visualizzazioni