Notiziario della Federazione II/ 2022



Riunione del Comitato centrale del 21.03.2022 di Patrick Dal Mas


Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata di riunione di comitato, il Presidente saluta i membri, riuniti in presenza. Di seguito si discute brevemente sullo stato dei lavori dell’Assemblea Delegati, che si terrà a Cadro il 14 maggio prossimo (ore 14.30), organizzata dalla Società Cacciatori Pairolo. Il Presidente invita poi i membri di comitato a partecipare alle varie assemblee sociali che hanno in luogo in questo periodo. Occorre chinarsi ed intavolare con l’UCP la discussione su due temi importanti: quello relativo all’uso delle fototrappole (monitoraggio grandi predatori) e quello relativo alla disponibilità di stand di tiro in Ticino quando quello del Ceneri sarà chiuso per i lavori previsti. Per quanto riguarda il tema della peste suina africana, si annuncia la creazione di un Gruppo di Lavoro cantonale, diretto dal veterinario cantonale. Il gruppo in questione si è già riunito ed intende farlo con una frequenza di un incontro ogni settimana per discutere come affrontare questa nuova emergenza. Sono stati coinvolti vari enti e uffici (UVCT, UCP, PC, SF, SAgricoltura) e anche la FCTI, in particolar modo per coinvolgere i cacciatori nelle segnalazioni e recupero delle carcasse dei cinghiali morti, oltre che per eventuali abbattimenti se necessari. Attualmente la malattia non è presente in Svizzera mentre si è manifestata in Piemonte e Liguria (ca. 130 km da noi).


Per l’Area Comunicazione si informa che la rivista di aprile è in fase d’impaginazione


Per l’Area Finanze e logistica il budget sarà in futuro presentato in forma più descrittiva. Si informa inoltre che la Monte Lema SA festeggia il suo 50esimo ed intende proporre una mostra di animali, chiedendo di poter attingere a quelli rinaturalizzati della FCTI.


Per l’Area Gestione Venatoria il responsabile informa che si è in attesa di ricevere le proposte d’indirizzi per il regolamento venatorio 2022 delle Società tramite i distretti. Nel frattempo sono pervenuti i dati delle catture di cinghiale nella caccia invernale: 1'154 capi (595 F e 559 M), che aggiunti ai 912 catturati in caccia alta, ai 571 in guardacampicoltura, ci porta ad un totale complessivo di 2'637 capi, ovvero 264 in più dello scorso anno! Si tratta di un ulteriore record per il nostro cantone.


Per l’Area Gestione territorio si informa che una quindicina di schede descrittive sui lavori habitat delle società sono già state allestite, e trasmesse all’Area Comunicazione per la pubblicazione sul sito federativo della cartografia degli stessi. Man mano che se ne compileranno altre, la cartina online verrà aggiornata.


Per l’Area Rapporti interni e esterni la FCTI è stata informata che la Società Cacciatori Diana Biasca non ha più un comitato e che non vengono più svolte le assemblee. Occorre dunque intraprendere la procedura di scioglimento tramite il Distretto di Riviera.


Per l’Area Tiro si discute sulla problematica legata ai bersagli politronic dei 100 m al Ceneri. Al momento sono utilizzabili unicamente per effettuare la PPPT come da decisione dell’UCP, per garantirne il funzionamento e per permettere ai 1'500 cacciatori mancanti di effettuare la PPPT entro fine agosto 2022 per poter staccare la patente di caccia alta. Al momento in cui lo stand del Ceneri non sarà più disponibile quello di Biasca potrebbe essere una delle alternative.

238 visualizzazioni