Cerca

Notiziario della Federazione III/ 2020



Riunione del Comitato centrale del 27 aprile 2020 di Patrick Dal Mas


Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata della videoconferenza, il Presidente saluta i membri di Comitato, informando i presenti sui seguenti temi:


  • a livello federale non è ancora stata definita una data per la votazione sul referendum della revisione della Legge Federale sulla Caccia (LFC). Nel frattempo tutto è pronto per la campagna. La FCTI ha raccolto oltre 50'000. - e prosegue la raccolta di fondi a favore della stessa.

  • l’Assemblea Delegati è stata rinviata al 4 luglio 2020 a causa della situazione sanitaria. Durante la prossima sessione del Comitato FCTI del 25 maggio verrà presa una decisone definitiva sul suo effettivo svolgimento, direttive sanitarie permettendo.

  • recentemente sono stati documentati avvistamenti di lupi in prossimità di luoghi abitati. A Cavigliano (Terre di Pedemonte) e in Valle Varzasca. Questi fatti preoccupano parecchio, in particolare gli allevatori locali. Risulterà quindi fondamentale, in questo senso, l’esito della votazione sulla revisione della LFC.

  • dopo il grande successo riscosso dal documentario sulla Via Idra (Stéphan Chiesa), in cui anche la caccia è stata affrontata come tematica in alcune puntate, gli autori hanno deciso di realizzare un libro sull’itinerario. La FCTI decide di sostenere finanziariamente l’opera in cambio della citazione del logo FCTI e di alcune copie del volume. Si decide inoltre di chiedere all’autore un DVD delle puntate così da estrapolare i momenti dedicati alla fauna e alla caccia, da trasmettere sui canali di comunicazione della FCTI.


Per l’Area Comunicazione il responsabile informa che vi è la possibilità di inserire dei banner pubblicitari nel sito. Si decide di definire un concetto pubblicitario per i canali di comunicazione della FCTI da sottoporre al Comitato durante la prossima seduta di Comitato. Il responsabile informa inoltre che il termine per inoltrare documentazione per la rivista di giugno è l’8 maggio.


Per l’Area Segretariato e Finanze il responsabile informa che il consuntivo 2019 è stato ultimato. Verrà presentato come di consueto all’AD, se dovesse avere luogo. Se non fosse il caso si dovrà definire una procedura per lo scarico delle questioni contabili dell’anno corrente (Assemblea in via epistolare).


Per l’Area della Gestione Venatoria il responsabile ricorda che, a causa della situazione sanitaria, la solita procedura per la definizione delle proposte per il regolamento venatorio per la prossima stagione è saltata. Il DT ha pure annullato la consueta riunione della Commissione consultiva, invitando i membri della stessa a inoltrare le loro proposte. Per questo motivo la FCTI ha recentemente scritto alle Società e Distretti sottoponendo tematiche puntuali su cui prendere posizione. Una buona parte ha risposto, portando osservazioni di vario genere. Il Comitato le ha discusse e integrato parte di esse nel documento delle proposte che invierà all’UCP, in vista della definizione del regolamento venatorio 2020. Il responsabile comunica infine che probabilmente il sorteggio per la caccia selettiva allo stambecco verrà anticipato a maggio.


Per l’Area Territorio e habitat il responsabile informa che tutti gli interventi habitat previsti per i prossimi mesi sono stati annullati e rinviati al prossimo anno. In forse ancora quelli previsti quest’estate. Nel frattempo la stampa dei cartelli di segnalazione di interventi habitat degni di nota è stata ultimata. Si decide inoltre che tutti i futuri interventi effettuati sul territorio cantonale verranno censiti e geolocalizzati dalla FCTI, per mostrare e valorizzare maggiormente il lavoro a favore degli habitat svolto volontariamente dai cacciatori ticinesi.


Per l’Area Giuridica il Comitato decide che l’annoso tema delle recinzioni abusive che ogni anno causano perdite importanti tra i selvatici (e non), sarà a breve affrontato dal responsabile.


Per l’Area Tiro il responsabile informa che la PPPT è stata sospesa a tempo indeterminato a causa della situazione sanitaria, permettendo a chi non l’avesse ancora effettuata di prolungare di un anno il termine per

svolgerla. Con l’Area Formazione e Esami prosegue la collaborazione per la definizione di documenti informativi e formativi per cacciatori e aspiranti sul tema della sicurezza a caccia.

323 visualizzazioni