Cerca

Notiziario della Federazione IV/ 2020



Riunione del Comitato centrale del 25 maggio 2020 Patrick Dal Mas


Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata della riunione di comitato, il Presidente saluta i membri, informando i presenti sui seguenti temi:


  • gli allevatori verzaschesi sono preoccupati della presenza del lupo in valle, e hanno scritto alcune lettere agli uffici competenti in cui esprimono le proprie preoccupazioni in merito.


  • la votazione sulla modifica del 27 settembre 2019 della legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (Legge sulla caccia, LPC) è stata rinviata a causa della situazione sanitaria. Il Consiglio federale ha recentemente stabilito che l’appuntamento di voto è stato rinviato al 27 settembre 2020. Nel frattempo è in consultazione l’Ordinanza che dovrebbe accompagnare la legge nel caso venisse accettata dal popolo. CacciaSvizzera si è già espressa in merito e lo farà anche la FCTI. Risulterà però fondamentale vincere la votazione contro il referendum il 27 settembre prossimo.


  • l’Assemblea Delegati di CacciaSvizzera avrebbe dovuto aver luogo nel Canton Zugo nel mese di giugno, ma anch’essa, per motivi sanitari, è stata annullata. Per gli stessi motivi, il Comitato della FCTI aveva in un primo tempo deciso di rinviare la propria Assemblea dei Delegati, prevista per sabato 9 maggio 2020 presso il Centro Cadro Panoramica (Società organizzatrice: Società Cacciatori Pairolo), a sabato 4 luglio 2020. Tenuto conto delle incertezze legate alla crisi sanitaria e dei possibili rischi per la salute ad essa connessi, il Comitato centrale decide, d’intesa con la società organizzatrice, di annullare definitivamente l’Assemblea dei Delegati, riservandosi di convocare una seduta straordinaria della Conferenza dei Presidenti nel corso del prossimo autunno, con l’obiettivo di fare il punto della situazione e comunicare le informazioni rilevanti da trasmettere alla base. Il Comitato centrale della FCTI si rammarica per questa decisione e ringrazia la Società Cacciatori Pairolo per gli sforzi profusi e per la costruttiva collaborazione in questi difficili mesi. Per trasparenza, i conti e il budget verranno pubblicati sul sito federativo.



Per l’Area Comunicazione il responsabile informa che la prossima rivista di giugno è in fase di stampa. Viene poi presentata la bozza del concetto per la pubblicità sui mezzi comunicativi della FCTI. Il documento verrà inviato in consultazione ai membri di comitato e votato la prossima seduta.


Per l’Area della Gestione Venatoria il responsabile presenta le proposte di modifica del regolamento venatorio ricevute dall’UCP. Il comitato le discute e definisce le contro-osservazioni da inoltrare entro il 7 giugno alle autorità competenti.


Per l’Area Territorio e habitat il responsabile informa che è in fase di preparazione un documento destinato alle società venatorie e distretti in cui vengono trattati tre argomenti ritenuti importanti per la futura gestione del territorio e l’immagine dei cacciatori:


  • la diffusione, l’amplificazione e maggior visibilità, tramite i mezzi d’informazione, delle comunicazioni riguardanti la gestione e la cura del territorio per la nostra fauna selvatica, ma non solo.


  • la valorizzazione dei lavori habitat svolti dalle società di cacia mediante la posa di cartelli indicatori nei luoghi dove gli interventi risultano essere di rilievo, rispettivamente frequentati da escursionisti, turisti, ecc. .


  • il censimento delle aree e superfici ripristinate e tutt’ora individualizzabili per l’allestimento di un piano cantonale.



Per l’Area Giuridica il Comitato decide che entro settembre la FCTI prenderà posizione in merito alla bozza d’Ordinanza della nuova Legge Federale sulla Caccia.


Per l’Area Tiro il responsabile informa che a causa dell’emergenza sanitaria gli stand di tiro in Svizzera sono stati chiusi a tutti gli utenti fino a nuovo avviso. Sembra ora che la situazione si stia sbloccando: CacciaSvizzera si è attivata per formulare e inoltrare all’Ufficio Federale dello Sport un Piano di Protezione necessario per la riapertura degli stand a favore dei cacciatori nel rispetto delle norme di sicurezza sanitarie. La riapertura è prevista nel corso dell’estate, prima dell’inizio dell’imminente stagione venatoria, e permetterebbe perlomeno ai cacciatori di potersi esercitare al tiro e regolare l’arma. Da valutare invece la possibilità di effettuare la PPPT.

0 visualizzazioni