Notiziario della Federazione IV/ 2022



Riunione di comitato FCTI del 16 agosto 2022


Il Presidente Fabio Regazzi apre la seduta e riferisce ai colleghi sull’incontro Area Tiro e rappresentanti dei distretti. Incontro positivo, con alcune tensioni comprensibili data la sensibilità del tema.


Tiro e PPPT

Riguardo la sicurezza è scaturita la necessità, in accordo unanime, che sia per la PPPT che i tiri nelle varie società tutti adottino i medesimi parametri di sicurezza.

Riguardo la burocrazia per la prova di tiro (PPPT) , si vorrebbe ottimizzare (vedi QR code) ma lo spazio di manovra è esile ed è il cantone a decidere.

Riguardo agli introiti finanziari riscossi per la PPPT, questi vengono sempre riversati a favore dei cacciatori e delle attività venatorie ( comunicazione , votazioni, manifestazioni,…).

Riguardo il prossimo anno e successivi è un incognita, in quanto non si sa ancora la posizione del Cantone né cosa succederà con gli stand di tiro attuali e i lavori a quello del Ceneri. Discussione che andrà fatta tra FCTI e Cantone.


Lupo e grandi predatori

La situazione è scappata di mano, specie nelle regioni alpine, ma ora anche nell’Altipiano; a livello federale pare si stia prevedendo un allentamento e tiri selettivi più facilitati.


Gestione venatoria

Le proposte portate avanti per il regolamento venatorio sono state accettate in buona misura. L’Area Gestione venatoria auspica di avere i dati intermedi sulle catture appena la prima fase di caccia alta non appena terminato il periodo, entro il 19 settembre, in modo da poterli pubblicare sul numero di ottobre della Rivista La Caccia.

Si è in fase preventiva riguardo la PSA (peste suina africana). La FCTI collabora a stretto contatto con il Cantone e saremo pronti ad intervenire in caso dei primi ritrovamenti.


Area comunicazione

Vi è l’esigenza e il desiderio di far conoscere meglio la nostra passione all’esterno. All’interno dell’Area in questione si sta lavorando a questo scopo. Una maggior collaborazione e sensibilità da parte di tutti i cacciatori sarà essenziale e auspicata.

Su iniziativa di Caccia Svizzera si sta traducendo in italiano il manuale “Natura e avventura” per ragazzi.

102 visualizzazioni