Cerca

Notiziario della Federazione IX/ 2019



Riunione del Comitato centrale del 7.10.2019 di Patrick Dal Mas


Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata di seduta, il Presidente saluta i membri di Comitato e informa i presenti sul delicato momento che la caccia in Ticino sta attraversando (e di riflesso la FCTI), a causa della questione della moratoria della pernice bianca e degli incidenti avvenuti durante la caccia alta, di cui uno con esito mortale. Il Presidente informa anche che la Graficomp, che ha gestito sino ad ora la grafica del bollettino, ha dato la disdetta (pensionamento) per il 31.12.2019. Il Segretario comunicherà durante la riunione le novità in merito alla sostituzione della ditta alla quale affidare la grafica unitamente alla stampa della rivista. Il Presidente comunica poi che Giorgio Ghiringhelli ha chiesto il sostegno della FCTI a favore dell’iniziativa popolare sulla legittima difesa. Il Comitato, fedele ai propri principi di non sostenere iniziative che non hanno direttamente a che vedere con la caccia, decide di non appoggiare la stessa.


Per l’Area Comunicazione il responsabile informa che, dopo il servizio proposto su Instagram ai cacciatori ticinesi indicando quotidianamente gli animali cacciabili durante il periodo di caccia alta, i followers sono aumentati di una 40ina di unità, raggiungendo quota 540. Nel sito della FCTI sono state apportate alcune modifiche che riguardano l’accesso facilitato alle notizie datate pubblicate sulla Home. Prossimamente verranno riprese dal vecchio sito tutte le ricette di selvaggina e verrà creato uno spazio nella Gallery da dedicare alle fotografie delle catture 2019. Il responsabile segnala inoltre che la RSI non ha ancora tradotto il documentario sulla caccia in Svizzera, per cui solleciterà la stessa a farlo. In primavera, nelle sale cinematografiche confederate, verrà proposto un film-documentario sulla caccia, intitolato “Auf der Jagd”. Il Segretario comunica di aver definito un capitolato riguardante i compiti della ditta che si occuperà della grafica, della stampa e della distribuzione del bollettino federativo. In base allo stesso la FCTI ha ricevuto delle offerte e il Comitato, valutandole, ha deciso di affidare l’incarico alla Buona Stampa, in accordo con la FTAP, con cui vengono pubblicati un paio di numeri all’anno in comune.


Per l’Area Segretariato e Finanze il responsabile informa che bisogna ancora definire la Società che organizzerà la prossima Assemblea Delegati (25° della FCTI!). Nei prossimi mesi bisognerà definire gli incontri con il Comitato Allargato e con i deputati cacciatori al GC.


Per l’Area della Gestione Venatoria il responsabile presenta e commenta i dati delle catture della caccia alta. Analizzate e discusse anche le prescrizioni dell’UCP riguardanti la caccia tardoautunnale e di quella invernale al cinghiale. Il responsabile informa che bisognerà a breve chinarsi anche sulla questione della revisione delle bandite. Per la caccia bassa, su richiesta di un cacciatore, il Comitato decide di non prendere posizione contro il divieto, inserito nel nuovo regolamento, di non poter sparare a una beccaccia levata senza l’ausilio del cane.


Per l’Area Tiro il responsabile informa che ci potrebbero essere problemi per l’organizzazione del Tiro Cantonale 2020 ad Olivone in quanto il progetto di ristrutturazione dell’impianto è bloccato per cui i lavori potrebbero non essere ultimati prima della nuova edizione.


Per l’Area Giuridica il responsabile informa che a breve giungerà una risposta dal TF in merito all’effetto sospensivo della moratoria della caccia alla pernice bianca. Nel frattempo è stata lanciata a livello cantonale un’iniziativa popolare a favore della chiusura della caccia alla pernice bianca. Sarà questa l’occasione, attraverso un dibattito aperto, per difendere le nostre posizioni in merito e di far conoscere il ruolo della caccia in generale. Viene discussa anche la questione legata alla gestione della comunicazione e della sicurezza in ambito venatorio dopo i tristi fatti avvenuti durante la scorsa stagione di caccia alta, in cui, oltre a un ferimento di un cacciatore e all’uccisione di un cane, si è registrata la morte di un cacciatore, abbattuto erroneamente da un suo collega. Si decide di dedicare prossimamente una mezza giornata di lavoro a queste delicate tematiche in cui il Comitato, attraverso le rispettive Aree, porterà e discuterà delle proposte in merito. Il Comitato decide inoltre che l’annosa questione delle recinzioni deve essere affrontata entro la fine dell’anno in corso.

161 visualizzazioni