Cerca

Notiziario della Federazione VI/ 2020



Riunione del Comitato centrale del 20 luglio 2020 di Patrick Dal Mas


Per l’Ufficio Presidenziale, in entrata della riunione di comitato, il Presidente saluta i membri e passa in rassegna l’ordine del giorno della successiva Conferenza straordinaria dei Presidenti, convocata dal Comitato FCTI dopo lo stop forzato delle attività federative a causa dell’emergenza sanitaria COVID-19. Lo scopo della Conferenza in questione è quello di informare i presenti (e di conseguenza la base dei cacciatori) sullo stato e sull’evoluzione delle attività della FCTI. Il Presidente presenta poi brevemente il flyer prodotto dal Pool Caccia-Pesca e Tiro a sostegno dell’imminente votazione sulla revisione della LFC.


Per l’Area Comunicazione il responsabile informa i presenti sulle condizioni per procedere alla migrazione delle mail federative dal vecchio server (malfunzionante) a uno nuovo e più efficace. Il Comitato le accoglie e decide di procedere in questo senso. Il responsabile consiglia poi la lettura del libro scritto dal collega di Comitato Davide Corti. “Un semplice parlar di caccia” merita di essere valorizzato attraverso i canali comunicativi della FCTI.


Per l’Area della Gestione Venatoria il responsabile informa che la pausa venatoria introdotta nel nuovo regolamento della caccia alta ha suscitato parecchie reazioni (positive e non) all’interno del mondo venatorio. Il responsabile assicura che per la prossima stagione venatoria (2021) la FCTI d’intesa con l’UCP definirà e comunicherà con largo anticipo le date del calendario venatorio, in modo di permettere ai cacciatori di organizzare al meglio le proprie vacanze.


Per l’Area Tiro il responsabile informa che il Manuale sulla sicurezza a caccia è stato ultimato ed è in fase di stampa. Il formato dello stesso sarà tascabile e verrà consegnato ad ogni cacciatore quando staccherà la patente, nonché ai candidati cacciatori durante la loro formazione specifica. Il responsabile informa che nel frattempo è ripresa l’attività di tiro secondo le prescrizioni di sicurezza COVID-19, scaricabili dal sito federativo, così come l’autocertificazione per i partecipanti. Anche la PPPT ha ripreso il proprio funzionamento. Come già annunciato in altre occasioni, la stessa è stata prorogata di un anno per coloro che non l’hanno ancora effettuata (fino al 31.08.2021). Per la stagione venatoria 2022-23 occorrerà che tutti i cacciatori ripetano la PPPT.


Per l’Area Finanze e Segretariato il responsabile informa che a favore della campagna per la revisione della LFC, gestita da CacciaSvizzera, sono stati inviati ca. fr. 55'000.-, raccolti presso i Distretti, le Società venatorie e i cacciatori ticinesi. Per chi non lo avesse ancora fatto, vi è ancora la possibilità di sostenere finanziariamente quest’importantissima campagna che determinerà il futuro della caccia in Svizzera.

139 visualizzazioni