Cerca

Notiziario della Federazione VI / 2017



Riunione del Comitato centrale del 19.6. 2017 di Patrick Dal Mas In entrata di seduta il Presidente ringrazia Reto Pellanda (responsabile Area Eventi e Logistica) e tutti coloro che hanno contribuito all’ottima riuscita dell’Assemblea di CacciaSvizzera, tenutasi a Bellinzona lo scorso 10 giugno. Numerosi sono stati gli apprezzamenti venuti dai vari membri dell’associazione mantello svizzera che vi hanno partecipato. Il Presidente prosegue poi informando i presenti sulla procedura e i tempi previsti per la riorganizzazione interna della FCTI.

Si prevede che il membro di comitato Avv. Fabrizio Monaci redigerà, per la fine di agosto, la documentazione necessaria al processo di riorganizzazione (nuovo statuto FCTI, regolamento riguardante la procedure per la definizione delle proposte al regolamento venatorio, statuti distretti e codice etico). Seguirà poi inizialmente una fase di consultazione interna al comitato FCTI fino alla fine d’ottobre, poi un coinvolgimento allargato dei distretti per spiegare e illustrare i documenti alle società venatorie (entro la fine del 2017). Entro la fine di gennaio 2018 si attenderà la presa di posizione in merito dei distretti, dopodiché la documentazione definitiva contenente le modifiche strutturali e di riorganizzazione della FCTI dovrà essere votata in seno all’Assemblea Delegati 2018 (maggio). Il responsabile dell’Area Comunicazione informa che Jagd&Natur ha pubblicato un articolo riguardante la caccia in Ticino, scritto dal co-redattore de “La Caccia”. I presenti vengono poi informati che le direttive dell’Ordinanza federale sull’igiene delle carni, stando alle informazioni ricevute dalle Autorità cantonali competenti, verranno introdotte in Ticino soltanto a partire dal 2018. Per quanto riguarda l’Area Formazione ed Esami, il responsabile comunica che agli esami orali sono stati bocciati altri 8 candidati. Il risultato di quest’anno è piuttosto negativo. Bisognerà analizzare i dati e riflettere su eventuali proposte di modifiche della formazione e del sistema d’esami. Per quanto riguarda l’Area Giurisdizione, si comunica che nel Canton S. Gallo è stato pubblicato un prospetto riguardante il pericolo delle recinzioni per la selvaggina, e che, nello stesso Cantone, è stata inoltrata una mozione nel GC in merito al problema.  Caccia Svizzera pubblicherà questa brochure nelle 3 lingue nazionali, e il responsabile area della FCTI si incarica di raccogliere informazioni su quanto effettuato nel cantone elvetico in questione, così da trarne eventualmente spunto per affrontare il problema nella nostra realtà ticinese. Per quanto riguarda l’Area Grandi Predatori, il responsabile informa che la Commissione Cantonale si riunisce per la prima volta il 21 giugno. Il Comitato decide poi di aderire alla Piattaforma Orso nel Moesano, regione, guarda caso, dove proprio gli scorsi giorni è stata segnalata la presenza di un orso.

0 visualizzazioni